Prevenire è meglio che curare: come salvaguardare la propria capacità uditiva

Prevenire è meglio che curare: come salvaguardare la propria capacità uditiva

Avere un buon udito è molto importante per la qualità della nostra vita: per questo motivo è necessario cercare di evitare tutti quei comportamenti che potrebbero comportare un abbassamento delle nostre capacità uditive.

Uno dei comportamenti errati più frequenti è quello di esporsi a fonti di rumore acuto o prolungato, senza utilizzare apposite protezioni per le orecchie nel caso in cui si lavori in ambienti molto rumorosi. Per legge deve essere il datore di lavoro a consegnare ai suoi dipendenti le dovute precauzioni in casi di questa tipologia, che prendono il nome di otoprotettori, che assolvono l’importante funzione di prevenire il deterioramento della sensibilità uditiva.

Un altro fattore che può compromettere il nostro udito è l’utilizzo degli auricolari e delle cuffie. In questi ultimi anni il loro utilizzo è diventato sempre più diffuso. Praticamente tutti utilizzano auricolari e cuffie per le telefonate, soprattutto quando si trovano alla guida della loro auto, ma anche per ascoltare la musica o persino per guardare i propri programmi preferiti alla televisione. Di per sé questo comportamento non può essere considerato nocivo, ma nel caso in cui il volume sia molto elevato, i danni che l’apparato uditivo può subire nel corso del tempo possono essere molto gravi.

È inoltre importante ricordare che, per rallentare il naturale invecchiamento del proprio organismo, è di fondamentale importanza condurre uno stile di vita sano, dunque evitare di consumare in modo eccessivo tabacco o alcolici, seguire un’alimentazione sana e avere una vita attiva. Perché quando il generale stato di salute dell’organismo è buono, ogni suo più piccolo frammento ne risente in modo positivo, udito compreso ovviamente.

Prevenzione significa anche riuscire a capire in modo tempestivo se c’è qualcosa che non va in modo da intervenire quando la situazione è sul nascere, in modo da intervenire quando ancora non si può parlare di una situazione grave. Capire in modo tempestivo se c’è un problema di udito non è così difficile. Dovete fare riferimento infatti al vostro quotidiano. Se a un certo punto vi rendete conto che dovete alzare il volume della televisione più del solito, che non riuscite a sostenere in modo semplice una conversazione telefonica o una conversazione sottovoce, che in alcuni ambienti per voi parlare risultare praticamente impossibile, come ad esempio al supermercato, c’è sicuramente qualcosa che non va ed è necessario farsi visitare da un medico.

Per scoprire tutto sulla prevenzione dell’udito, sui primi sintomi da prendere in considerazione e su tutte le possibili soluzioni oggi disponibili, un buon punto di partenza è il portale https://www.info-udito.com una guida ai problemi d’ascolto ricca di informazioni e di proposte per migliorare la qualità del proprio udito. Il sito non è solo fonte di preziose informazioni, ma è anche un canale che vi consente in pochi semplici click di mettervi in contatto con il centro più vicino a voi e di prendere un appuntamento per una prima visita. La prima visita è gratuita e senza impegno e vi consente di capire quale sia la causa del vostro problema e quale la soluzione più adatta. Affidarsi alle mani di un centro acustico e diagnostico è la scelta più indicata per avere la  certezza di essere seguiti in tutte le fasi del percorso verso il recupero dell’udito in modo professionale e grazie a soluzioni  moderne e all’avanguardia.