Sfatiamo un tabù il sesso occasionale piace anche alle donne

Oggi sembra proprio che il sesso sia stato ormai liberato dagli antichi stereotipi del passato, finalmente scevro dai cliché e dalla censura del ben pensare borghese. Nel 2017 le persone sono libere di vivere la loro sessualità come meglio credono, soprattutto le donne, per troppo tempo relegate esclusivamente al ruolo di mamme e donne di casa. Tutto questo non esiste più, o meglio è cambiato, con il genere femminile sempre più indipendente e al centro del mondo del lavoro. Secondo le ultime statistiche a riguardo circa il 50% delle donne sotto i 30 anni ha ammesso di avere regolarmente incontri da una volta e via. Le principali motivazioni sono la mancanza di tempo per creare una relazione stabile, la difficoltà nel trovare uomini seri e interessanti e l’inconciliabilità tra la vita amorosa e la carriera. Invece tra le over 30 il discorso cambia. In questa fascia d’età le donne vanno alla ricerca di incontri per sesso occasionale per lo più per appagare un desiderio sessuale, con ben il 30% di loro che dichiara di aver tradito almeno una volta il proprio partner.

Come vivono il sesso occasionale le donne?



Secondo uno studio condotto da alcuni ricercatori della Norwegian University of Science and Technology’s e della Texas University di Austin, circa il 70% delle donne ha sperimentato almeno una volta nella vita il sesso occasionale. Lo studio riportato anche su un articolo online de LaRepubblica.it, mostra però come le donne spesso siano prese di mira dal cosiddetto senso di colpa del giorno dopo. In particolare sembrerebbe che moltissime donne si lascino trascinare da una notte di trasgressione e follia, ma molte di loro si sentano poi in colpa. E allora ecco che 8 intervistate su 10 si sono dette estremamente felici dopo essere riuscite a dire di no, mentre negli uomini questo dato scende a 4 su 10. Qual è il quadro che sembra emergere da questi dati? Alle donne piace fare sesso occasionale e vivere un’avventura di una notte, ma spesso dopo sono assalite dai sensi di colpa. Secondo i ricercatori le cause di questo sentimento sarebbero da ricercarsi nella storia evolutiva. Infatti le donne si sentono si appagate dall’incontro, ma poi in loro prevale la sensazione di aver sprecato del tempo. Questo fenomeno è strettamente legato al raggiungimento dell’orgasmo femminile, un tema difficile e delicato.

L’appagamento sessuale delle donne negli incontri di una notte

L’insoddisfazione delle donne negli incontri occasionali sarebbe dovuta a un insieme di fattori. Da un lato la storia evolutiva ha portato le donne a essere più prudenti, quindi grande attenzione a non rimanere incita, alle malattie sessualmente trasmissibili e a qualsiasi possibile situazione di pericolo. Dall’altro esiste il problema dell’orgasmo, che la maggior parte delle donne dichiara di non riuscire a raggiungere con uno sconosciuto, mentre soltanto il 30% afferma di essere perfettamente appagata. Questa tendenza sembrerebbe confermata dai numeri emersi da un’altra ricerca statunitense di qualche anno fa, secondo cui soltanto l’11% delle donne riuscirebbe ad arrivare all’orgasmo al primo appuntamento. Sempre secondo i ricercatori le cause sono un mix tra fattori evolutivi, sociali e legati alla diversa conformazione mentale tra maschi e femmine. Per raggiungere l’orgasmo le donne hanno bisogno di conoscere l’altra persona, di fidarsi di lui, di sentirsi al sicuro e protette. Per questo risultano più appaganti gli incontri con persone conosciute, perché è più facile che rispondano a queste necessità.

Come soddisfare una donna durante un incontro mordi e fuggi

Uno dei motivi principali dell’insoddisfazione di moltissime donne riguardo al sesso occasionale risiede proprio nel comportamento degli uomini. Questi infatti sono sempre presi dal proprio appagamento sessuale, tralasciando spesso i ritmi e le modalità preferite dalla controparte. Le donne hanno bisogno di tempi maggiori per raggiungere l’orgasmo, soprattutto negli incontri da una notte e via. Allora che fare? Secondo la dottoressa Justin Lehmiller dell’Università di Harvard, gli uomini dovrebbero imparare a conoscere e rispettare di più le donne. Per esempio i preliminari sono fondamentali per eccitare nel modo corretto la propria partner, senza aver paura di chiederle cosa le piaccia e cosa no. Oppure è possibile aumentare il piacere durante la penetrazione con un pizzico di creatività, non dimenticandosi di continuare a stimolare le zone erogene femminili anche durante questa fase. Insomma, sembra proprio che le donne pratichino sempre di più il sesso occasionale ma che non sempre ne siano soddisfatte, quindi evoluzione a parte sarebbe meglio imparare a conoscere una donna prima di invitarla nella stanza da letto.