Automobile: Status symbol o mezzo di trasporto?

Automobile: Status symbol o mezzo di trasporto?
0 Flares 0 Flares ×

Se state mettendo da parte i soldi per comprare la vostra auto dei sogni, se siete indecisi sull’acquistare un monolocale in centro oppure un SUV, o peggio ancora, vi girano semplicemente perchè non avete risparmi da mettere da parte per comprare un auto, buone notizie, tutto questo ben presto non avrà più senso.

L’auto sta perdendo uno dei suoi significati più effimeri per riconquistare il vero valore funzionale, in altre parole l’auto non sarà più uno status symbol.

Un studio dell’agenzia “Rolan Berger”, rileva che le preferenze delle nuove generazioni stanno per innescare importanti cambiamenti nel settore automobilistico, sarà semplicemente un mezzo di trasporto.

Qualcuno potrebbe chiedersi: “Perchè oggi cosa rappresenta?”

Oggi è prevalentemente uno status symbol, un “mezzo” per dimostrare il proprio stato sociale che spesso consiste in un vero e proprio bluff, casalinghe che accompagnano i propri figli a scuola guidando auto teoricamente costruite per attraversare il deserto, le montagne o le foreste, uomini che, con l’alibi di “viaggiare spesso in autostrada” dove non puoi superare i 130 Km/h, circolano in città con auto progettate per sfrecciare in pista a 300 km/h.

Tutto questo sta per perdere significato (anche se dovremmo sforzarci un pò a trovare questo benedetto significato).

Le nuove generazioni sembrano molto più interessate all’infotainment, non è una parolaccia è un termine di questo secolo che sta ad indicare tutto ciò che riguarda informazione (information) e spettacolo (entertainment).

Il mondo dell’elettronica non smette di sfornare nuovi gadget che fanno informazione ed intrattenimento, ne sono prova evidente le file, stile concerto da rock star, fuori i negozi di elettronica alle vigilie delle presentazioni di nuovi prodotti di noti marchi, Apple per esempio con i suoi iPhone, iPad e tablet vari.

Il mercato vuole gadget elettronici con i quali sfogare la propria sete di infotainment, cosi che, per andare al lavoro, non si compreranno più “inutili” auto che raggiungono 100 km/h in 3 secondi ma “mezzi di trasporto” capaci di collegarsi disinvoltamente con tablet, smartphone o notebook, in grado di indicarci il parcheggio libero più vicino, la strada meno trafficata, essere in riunione call conference con i colleghi oltreoceano e, perchè no, essere sempre in contatto sul proprio social network, tutto questo senza infrangere il codice della strada, ovviamente.

Lo so cosa state pensando, cosa è più inutile, un auto con 200 CV che va a 300 km/h oppure una con 500 Giga di hard disk, porte USB e tv satellitare?

Sinceramente vedere auto che costano quanto un monolocale in centro che viaggiano spinte da un motore 4000 cc turbo, bloccati nel traffico in tangenziale, non ha alcun senso se non quello di status simbol, avere un auto intesa come mezzo di trasporto capace di supportare qualsiasi apparecchiatura o sistema elettronico attuale o futuro è molto più funzionale, spero che quelli della Rolan Berger non si stiano sbagliando.



0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×