Perdita di capelli: cause e trattamenti

perdita capelli
0 Flares 0 Flares ×

La perdita dei capelli (alopecia) si trova in natura in tutti i peli di animali portatori. Gli esseri umani perdono circa 100 capelli del cuoio capelluto ogni 24 ore. La perdita di capelli può diventare emotiva e un problema estetico di un individuo quando si verifica nel momento sbagliato. Una donna si sveglia la mattina con diversi capelli sul cuscino. Oppure osserva con dispiacere una massa spessa tra i denti del pettine.

I 3 cicli di crescita

Ci sono tre cicli di crescita dei capelli: crescita, riposo e spargimento.

Negli esseri umani, ogni ciclo del follicolo al proprio ritmo individuale. Negli animali, tutto il ciclo di peli allo stesso tempo, e cambiare con la stagione. Questo è il motivo pelo degli animali cresce più spesso in autunno e in primavera più sottile.

A differenza della maggior parte degli animali, negli esseri umani, ogni capello ha il suo modello di crescita, riposo e spargimento. Ogni persona perde i capelli e li ricresce ogni giorno, quando questo equilibrio è disturbato e più capelli cadono di quanto ne siano ricresciuti, i risultati sono alopecia o perdita di capelli.

Tuttavia, è da notare che la caduta dei capelli vera è distinta da danni causati da sostanze chimiche esterne utilizzate per alterare la struttura del fusto del capello.

Cicatriziale e Non Cicatriziale

L’alopecia si può distinguere in alopecia cicatriziale e non cicatriziale.

Nell’alopecia cicatriziale, la pelle che ospita il follicolo pilifero è irreversibilmente

danneggiato, e la conseguente cicatrizzazione ha distrutto il follicolo pilifero e

la sua capacità di rigenerare. Quando esame visivo non è sufficiente per diagnosticare

questo problema, una biopsia può essere talvolta necessaria. Alcune malattie della pelle,

incidenti, nonché traumi fisici possono produrre questo tipo di danno.

In alternativa non ci sono danni fisici irreversibili al cuoio capelluto.

Questo tipo di perdita dei capelli è molto comune e può essere completamente invertita nel trattamento. Questa perdita di capelli può essere il risultato di un sacco di cose, tra cui alcune malattie, farmaci, invecchiamento, dieta drastica, oltre a una predisposizione genetica alla perdita di capelli chiamata alopecia androgenetica (calvizie comune).

I tipi più comuni di perdita dei capelli

Alopecia Androgenetica

La calvizie (alopecia androgenetica), è determinata geneticamente. I follicoli piliferi nel centro del cuoio capelluto iniziano a diradarsi, producendo piccoli peli fini che sono a malapena visibili.

Questo è ciò che risulta quando il testosterone viene metabolizzato da un enzima nel follicolo pilifero. E poiché i follicoli dei capelli sulle orecchie e posteriori del cuoio capelluto non possiedono questo enzima una frangia di capelli viene mantenuta.

La calvizie femminile è molto simile alla sua controparte maschile anche se raramente è così completa, più diffusa, e spesso l’attaccatura dei capelli è mantenuta.

La causa in una molecola?

Un nuovo studio pubblicato su Science Translational Medicine dall’Università Filadelfia (Usa) e riportato su un thread su parrucchierando.com (ad opera degli utenti del forum) parla di una una proteina che potrebbe essere una delle cause della perdita dei capelli, la PGD2 (prostaglandina D2), la cui inibizione potrebbe bloccare la caduta dei capelli.

Lo studio è stato realizzato dal team di George Cotsarelis, che un anno fa aveva individuato le cellule staminali in grado di rigenerare i capelli. I ricercatori hanno esaminato le teste di 22 uomini colpiti da calvizie e hanno paragonato le aree prive di capelli con quelle ancora ricoperte: hanno così scoperto che nelle zone calve erano presenti livelli di prostaglandina D2 di gran lunga maggiori. Successivamente hanno anche dimostrato, in laboratorio, che la PGD2 è in grado di bloccare la crescita dei capelli.

Secondo i ricercatori la proteina potrebbe in futuro venire disattivata anche grazie all’uso di lozioni, consentendo alla ricrescita di riattivarsi spontaneamente.

Alopecia Aerata

Alopecia areata, è una malattia autoimmune caratterizzata da una perdita spontaneamente marginale di capelli ad un estremo, questo può comportare la perdita del 100% di tutti i peli del corpo.

Cause non comuni di alopecia

Le infezioni come la sifilide e infezioni fungine, cattiva alimentazione (per consigli sull’alimentazione giusta per i tuoi capelli dai un’occhiata qui e qui ), malattie della pelle come il lupus e il lichen planus, tumori della pelle, ormonale disordine, insufficienza renale, insufficienza epatica, malattie della tiroide, possono causare perdita di capelli.

Trattamento per la perdita dei capelli

La Finasteride aiuta a fermare la caduta dei capelli in circa il 60% degli uomini, e il minoxidil riduce la perdita dei capelli in circa il 50% degli uomini e delle donne. La migliore prevenzione della perdita dei capelli è un trattamento precoce.

Trattamento medico

L’alopecia androgenetica

Finasteride (Propecia)

una pillola una volta al giorno che blocca l’attività di un enzima che metabolizza il testosterone. Qualsiasi ricrescita non è permanente, tuttavia. Finasteride non è attualmente utilizzata per il trattamento dei perdita di capelli nelle donne.

Minoxidil (Rogaine, Loniten): Questo farmaco viene strofinato direttamente sul cuoio capelluto.

Questo funziona sia per gli uomini e le donne. È attivo per calvizie nella parte superiore e posteriore della testa e meno attivo per la zona anteriore del cuoio capelluto.

Attenzione! L’interruzione di questo farmaco può causare la perdita di capelli cresciuti durante l’uso.

Alopecia areata

L’iniezione di steroidi direttamente nelle aree di pelle colpite può ridurre il perdita di capelli per qualche tempo.



0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×